Vendere handmade: cosa e come vendere in agosto



Tanti pensano che agosto sia un mese di calma piatta,
un mese in cui non si può neanche sperare di vendere nulla
perché tutti sono in vacanza e non hanno la possibilità di comperare.

In verità non è così per due ragioni.


UNA MENTALITA' VECCHIA
Innanzitutto la realtà di oggi non è più quella delle grandi fabbriche che chiudono per le ferie lasciando le città deserte e desolate! Ormai le vacanze non vengono più fatte solo in agosto.
E la realtà di oggi non è neanche più quella delle poche industrie che si potevano permettere le pubblicità nel carosello della sera e che, quindi, si spartivano con facilità i clienti con uno spirito quasi di monopolio.
Oggi siamo tutti letteralmente bombardati di pubblicità, abbiamo la possibilità di scegliere fra millemila proposte diverse per lo stesso prodotto, abbiamo imparato ad affinare i nostri gusti e, come consumatori, siamo sempre più esigenti. Inoltre abbiamo la possibilità di scegliere di acquistare a livello globale e mettiamo a confronto contemporaneamente prodotti che arriverebbero direttamente a casa nostra da luoghi diversi del mondo!
...l'Italia vera non è “pizza, mafia e mandolino” come nel film “Mangia, prega e ama”, dove il nostro Paese viene rappresentato come se si fosse fermato a 60 anni fa! Poetico eh, ma nelle strade non circoliamo più a bordo delle Fiat 500 di un tempo, Sophia Loren non ha più 20 anni, e i telefoni a rotella li consideriamo vintage!

Distacchiamoci quindi dalle mentalità legate ad una realtà passata e non più veritiera!
In Italia l’uso degli smartphone è alto anche per quanto riguardo gli acquisti!
Secondo il Global Digital Report 2019, l’analisi annuale condotta da We Are Social e Hootsuite, tre italiani su cinque sono attivi sui social per quasi due ore al giorno e due italiani su tre effettuano acquisti o pagamenti online, e il 42% l’ha fatto da dispositivi mobili (fonte: https://wearesocial.com/it/blog/2019/01/digital-in-2019).
Gli acquisti possono essere fatti ovunque ci possiamo trovare con uno smartphone. Ossia Ovunque!

Se vivi adesso e vuoi vendere adesso,
devi guardare la realtà vera di adesso!

E questa deve essere la tua base, il tuo punto di partenza!



VENDERE IN AGOSTO: LE BASI

Non ti conviene quindi escludere di vendere in questo periodo dell’anno.
Certo, dovrai adeguarti alle esigenze dei tuoi clienti e prestare attenzione al tempo che tu avrai a disposizione (perché magari anche tu andrai in ferie) e ad altri aspetti pratici e logistici.

Ma partiamo dall’inizio.


Il tempo della pubblicità

Come ormai sai bene anche tu, la vendita arriva a seguito di un periodo di pubblicità fatta in modo soft e partecipato, un periodo di relazioni fra noi e il potenziale cliente, basato su uno scambio di emozioni positive. Questo processo richiede del tempo.
Quindi sarà davvero molto complicato che tu riesca a proporre oggi un nuovo prodotto e venderlo subito a dei clienti nuovi.

Fai una piccola analisi critica riguardo il tuo comportamento con il tuo pubblico sui social.
Hai un pubblico potenzialmente pronto ad accogliere bene una tua novità e ad acquistarla subito? Se la tua risposta è “No”, dovrai lavorare prima alla tua comunicazione con il tuo pubblico. Se vuoi ti posso aiutare a creare un calendario editoriale che ti permetta di essere costante e avere spunti per intessere conversazioni con i tuoi potenziali clienti.

Quando vogliamo vendere dobbiamo essere i “cupido” fra i nostri prodotti e i possibili clienti, dobbiamo cercare di intuire i loro bisogni, le loro necessità e i loro desideri di un determinato momento e vedere cosa, di ciò che creiamo, può aiutarli e renderli felici in quella circostanza.
Hai già dei prodotti adatti ad essere venduti in questo periodo di vacanza?
Se la tua risposta è “Non lo so”, dovresti iniziare a pensare al tuo cliente. Sai già come identificarlo? Se vuoi ti posso aiutare a capire a chi ti puoi rivolgere con i tuoi prodotti.
Se la tua risposta è “No”, allora pensa a cosa può essergli utile e a cosa puoi fare per lui restando coerente a te stessa e alla tua attività e prendi nota delle tue idee per valutarle e svilupparle l’anno prossimo. Altrimenti puoi valutare la produzione di articoli molto veloci da fare e molto facili da vendere, ma ti converrà puntare sulle vendite dal vivo, attraverso eventi come fiere, sagre e mercatini, in cui è molto più facile parlare con le persone.



INTERCETTARE PENSIERI E NECESSITA'
Come ho detto, quando vogliamo vendere dobbiamo diventare il ponte fra il nostro prodotto e il nostro cliente. Dobbiamo intercettare (e intuire) i suoi pensieri e i suoi bisogni.

A cosa pensa chi si sta preparando per le vacanze?
Ovviamente pensa a cosa deve mettere in valigia!
Come sono le vacanze del tuo cliente ideale? Va in montagna, al mare o in una città d’arte? Va in campeggio, in un appartamento o in albergo?
Queste sono tutte cose che condizionano le sue esigenze riguardo ciò che dovrà avere con sé, in fatto di abbigliamento e non solo. Via libera a vestiti ed accessori dal sapore estivo e vacanziero, o utili ed iper-pratici per chi non potrà avere grandi bagagli con sé e farà una vacanza all’insegna dell’avventura.
Avrà un viaggio lungo da fare per arrivare a destinazione? Viaggerà in auto, in treno, in aereo? Dovrà gestire la noia (propria e dei bambini) durante il viaggio? Dovrà occuparsi anche dell’animale domestico durante la sua vacanza? Pensa a tutto ciò che può rendere più confortevole e piacevole il momento del viaggio per tutta la famiglia.

A cosa pensano le persone mentre sono in vacanza?
Sono felici ed, inevitabilmente, fanno confronti fra il clima che vivono nella loro vacanza e la loro quotidianità. Sarà molto facile che vogliano portarsi a casa un po’ di quella tranquillità e di quel benessere che stanno assaporando mentre sono via.
  • La casa.
    I souvenir nascono proprio con questo scopo: sono catalizzatori di ricordi e sono un modo per rituffarsi nel clima piacevole della vacanza quando si è rientrati a casa.
    Ma anche tutto ciò che è utile a rendere più accogliente la casa è un modo diverso per aumentare il proprio benessere nei momenti di riposo quotidiano.
    Hai mai notato come sia facile pensare a rinnovi e ristrutturazioni anche importanti quando si è in vacanza? Se ti occupi di mobili, complementi d’arredo e di tessili per la casa è il momento giusto per proporre i tuoi articoli!
  • Il lavoro.
    Rendere più piacevole lo spazio lavorativo non è una cosa da sottovalutare, dato che molti vi trascorrono la maggior parte delle loro giornate.
    Per rendere più piacevole l’ufficio però sarà più facile avere un approccio più pratico, legato all’organizzazione degli spazi e del tempo. Accessori per l’organizzazione dei cassetti, per rendere più comodo l’uso del pc, per ricominciare a settembre con una nuova agenda… Soluzioni valide all’insegna dell’efficienza!
  • Il corpo.
    Ma quando parlo di benessere, intendo anche il benessere fisico: tantissime persone pensano alla propria condizione di salute e al proprio aspetto estetico in vacanza. L’estate è il periodo in cui il nostro rapporto con il corpo è molto più sentito e, se prima delle vacanze ci si prepara alla “prova costume”, le vacanze sono poi il momento in cui si fa la “verifica effettiva” dei risultati ottenuti e ci si giudica, confrontandosi con gli altri.
    Non importa approvare o meno l’atteggiamento; qui non parliamo dei miei o dei tuoi valori personali: qui parliamo di vendite e di percentuali! Quanti pensano così? E quanti fra quelli che pensano così sono fra i tuoi possibili clienti?
    Il rientro dalle ferie è spesso quindi il momento in cui si vogliono mettere in atto i propri buoni propositi che hanno a che fare con il fitness ed il benessere del corpo e l'aspetto estetico, la cura della persona.
    Cosa può servire a chi decide di iscriversi in palestra, iniziare a fare jogging o meditazione? Cosa è utile a chi vuole dedicare alla cura del suo aspetto estetico, magari a casa propria anzichè andando dall'estetista?
Settembre e i nuovi inizi
Se settembre può essere visto come un mese di inizio, lo è anche e soprattutto per i bambini che ricominciano la scuola.
Cosa occorrerà ai più piccoli? Corredini di bavaglini, sacche, asciugamani sono nel tuo repertorio? Realizzi o dipingi, ricami, decori grembiulini per i più grandicelli? Crei astucci e materiale legato al mondo della scuola per i ragazzi? E poi potresti pensare a tutte quelle cose legate all’abbigliamento e agli accessori. Il ritorno alla scuola è un momento importante per i bambini e i ragazzi: è il ritorno alla socialità più collettiva con i coetanei e spesso viene data una particolare attenzione alla scelta dei vestiti.

Ti ho dato un bel po' di idee e di spunti a cui pensare, vero?
Queste sono tutte cose che puoi pubblicizzare e vendere nel mese di agosto.



TEMPI E SPEDIZIONI
Se vuoi gestire le vendite e le consegne a distanza nel mese di agosto, tieni in considerazione che spesso i corrieri hanno personale ridotto e che quindi le consegne possono avvenire in qualche giorno in più del normale.
Visto che il momento della spedizione è uno dei momenti più delicati dell’acquisto a distanza, questo deve essere gestito con una particolare cura.
Sii molto chiara nella comunicazione con i tuoi clienti in modo che piccoli disservizi di chi effettua la consegna dei tuoi prodotti non vengano intesi come tue mancanze o tuoi errori.
Accertati che i clienti siano disponibili presso l’indirizzo che ti comunicano per la consegna o che ti diano un indirizzo alternativo a quello di casa in cui corrieri e postini possano consegnare senza problemi.
Se credi ci siano troppe incertezze, proponi di effettuare la spedizione a fine agosto o addirittura a settembre per evitare i problemi descritti sopra.


Il periodo di agosto può essere un periodo valido anche per introdurre ciò a cui stai già lavorando in previsione dell’autunno e per prendere prenotazioni. Di questo aspetto ne abbiamo parlato durante la diretta nel gruppo della Craftroom.

Se invece vuoi sfruttare il mese di agosto per fare chiarezza sulla tua attività e per organizzarti meglio prima di rientrare nel pieno del tuo lavoro, sono a disposizione per aiutarti con le mie consulenze e i miei percorsi personalizzati, o con i corsi che propongo QUI.

Elisa Creaidee

Nessun commento:

Posta un commento