Tante cose da fare e il perfezionismo


Quante cose sono necessarie per riuscire a portare a buon fine i nostri propositi in fatto di creatività!
Dobbiamo lavorare bene, con precisione, avere cura dei particolari ma -ovviamente- anche delle cose più grandi. Dobbiamo seguire ogni fase della lavorazione dei nostri oggetti, della comunicazione con i nostri clienti, delle fasi di acquisto e pagamento, delle spedizioni. Ci dobbiamo occupare di scrivere un blog, i post sui social, mantenere attivo il profilo Instagram, la pagina Facebook, magari anche scrivere con regolarità una newsletter, farci pubblicità con i mezzi che abbiamo a disposizione, dal passaparola alle sponsorizzazioni. Dobbiamo cercare di creare collaborazioni, far crescere il nostro business e farlo diventare un vero e proprio lavoro, se riusciamo.

Tante, tantissime cose che gravano sulle nostre spalle. E non scordiamoci che siamo donne, mogli, madri, lavoratrici dipendenti…


Un cambio di approccio: da Hobby a Business,
anche se non si vuole aprire la Partita Iva.


Questo è il modo per far sì che il nostro passatempo
possa darci dei discreti o buoni risultati a livello economico.
E sì, non è affatto facile: è un percorso decisamente impegnativo. Sarebbe assurdo negarlo.


Scendere in campo con determinazione e conoscendo il proprio “avversario” è ben diverso che trovarsi bendati in mezzo al match!
E in questo siamo fortunati: conosciamo ciò che ci serve per poter fare valutazioni e decidere per il meglio, in modo coscienzioso e consapevole.

E’ quello che ho detto anche QUI e QUI, mentre analizzavo con voi alcuni dei punti di base da cui partire per ragionare sulla propria attività creativa.

Come dicevo, le cose a fare sono tantissime e sono impegnative. Questo può indubbiamente spaventare, ma se da un lato vi invito a riflettere, ponderare, studiare ciò che va fatto prima di buttarvi a capofitto in una nuova e impegnativa avventura, allo stesso tempo vi dico anche di non perdervi nei meandri del perfezionismo: attendere che tutto sia assolutamente perfetto, pianificato in ogni minimo dettaglio, vi rende altrettanto vulnerabili.

Partendo dall’assunto che la perfezione non esiste, vi invito a riflettere sul fatto che ognuno ha la propria strada e il proprio percorso, ognuno ha i propri punti di forza e le proprie debolezze.
Quindi:

1. Non è possibile fare confronti veri con chi ci circonda.
Non sarebbe neanche utile, a dirla tutta. Perché ognuno è diverso dagli altri e ha opportunità e ostacoli del tutto personali da dover gestire.

2. Parti qui, parti adesso.
La tua strada è solo tua e se anche sei molto indietro rispetto a qualcuno, sei anche molto più avanti rispetto ad altri. Inoltre ora sei molto più avanti anche rispetto a ciò che eri ad esempio un anno fa. Ciò che hai adesso è il frutto di ciò che hai fatto per arrivare fin qui, e ciò che farai ora ti permetterà di essere più avanti in futuro. Ma se stai ferma, il tuo futuro sarà ancora qui, nello stesso punto in cui sei adesso.
3. Guarda la montagna, ma guardala da lontano.
Non pensare al Quanto ma al Cosa.
Guardare in un sol colpo tutto ciò che devi fare, fa paura e ti paralizza inutilmente. Distogliere lo sguardo e far finta che in fondo tutto sia trascurabile o che si possa fare in modo approssimativo però è un errore comunque.
Separa una cosa dall’altra, mettile tutte sullo stesso piano. Così potrai capire quali sono i punti difficili e quelli che affronterai più facilmente.

4. Un passo per volta.  
Ora che hai visto e analizzato tutto ciò che va fatto, puoi iniziare facendo un passo per volta.
Ora sai cosa puoi fare in modo autonomo fin da subito, sai in cosa ti serve migliorarti, o in cosa ritieni meglio affidarti a qualcuno per farti aiutare.
Ognuna di queste cose però richiede comunque un’azione diretta da parte tua: inizia a fare una cosa che puoi fare da sola; fai quella chiamata per affidare un lavoro a qualcuno o per farti fare un preventivo per poter decidere; frequenta quel corso che ti permetterà di migliorarti dove non ti senti sicura.

Metti in agenda queste prime cose e domani sarai più avanti di oggi, con un po’ di ansia in meno e un po’ di strada in meno da fare per arrivare al tuo obiettivo!



E tu hai dei tuoi metodi personali per sbloccarti e non farti prendere dal panico da "tante cose" o dal perfezionismo?
Scrivimeli qui sotto o su Facebook.


Ti consiglio inoltre di iscriverti alla NEWSLETTER per non perderti nessuna novità e per essere sempre aggiornata su ogni iniziativa che propongo.
A presto!

Elisa - Creaidee

Nessun commento:

Posta un commento