I blocchi creativi: come superarli



Anche a te a volte capita di trovarti senza idee? Oppure le idee le hai, ma non ce n’è nessuna che ti ispira per davvero? O ancora sei senza energia, senza voglia e ogni cosa che inizi a fare ti sembra brutta e perfetta solo da buttare via?
Sei nel bel mezzo di un blocco creativo!
Ma non ti preoccupare: ne puoi venire fuori!

Quindi non abbatterti e non avvilirti: per uscire da questa fase devi reagire anzichè cadere nell’apatia o, ancor peggio, nei tentativi accaniti -e inutili- di fare qualcosa a tutti i costi. Lo sai benissimo anche tu che le forzature non vanno affatto d'accordo con la creatività ed anzi, ti portano a fare cose che non ti piacciono, che non ti rappresentano e insinuano in te la convinzione assurda di non essere più in grado di avere buone idee o fare cose buone.
In questi casi è bene rendersi consapevoli che la situazione è temporanea.
Non hai buone idee adesso. Non sai fare cose buone in questo momento.
Magari stai attraversando un periodo impegnativo, stressante o problematico e questa situazione ti assorbe completamente; oppure non hai un problema, ma hai semplicemente dedicato ogni energia ad un progetto creativo grande ed entusiasmante, che però ti ha coinvolto tantissimo in termini di concentrazione, studio, lavoro ed ora hai bisogno di riprendere fiato ed energie!

Innanzitutto sappi che anche in questo momento di fiacchezza puoi trovare nuove forze dentro di te: le puoi ricavare selezionando in modo consapevole le cose a cui ti dedichi, scegliendo di non occuparti più delle cose inutili e che magari ti tolgono energie senza che tu te ne accorga!
Vuoi degli esempi?
  • Pensieri negativi e demotivanti (“Non riuscirò mai a fare questa cosa!”, “Sono proprio una buona a nulla!”, “Gli altri non mi capiscono mai!”, "Gli altri sono tutti più bravi di me!", ecc.)
  • Pensieri ipotetici legati al futuro (“Cosa succederebbe se…?”, “Cosa potrei fare nel caso in cui…?”, “E se capitasse anche a me?”, ecc.)
  • Stati emotivi negativi legati a cose che non possiamo attivamente gestire. Quando hai fatto tutto ciò che ti era possibile per gestire una situazione, non puoi -e non ha senso- fare altre mosse: devi aspettare che alle tue azioni seguano delle reazioni, alle quali reagirai di conseguenza. Fra una tua azione e quella successiva, non perderti in mille pensieri: è un dispendio inutile di energie che ti farà essere meno reattiva quando sarà necessario tornare in azione!
  • Accumulo di informazioni inutili nella nostra mente. Anche se i social ti permettono di scoprirlo, ti serve davvero sapere quali effetti collaterali può avere l’ingestione dei peperoncini più piccanti del mondo se a te i cibi piccanti neanche piacciono?
  • Accumulo eccessivo di emozioni. A volte ci troviamo a vivere con eccessiva empatia ed emozione accadimenti che nulla hanno a che fare con noi stessi, le persone a cui siamo legati, o con cui siamo in contatto. E’ bene non vivere in modo egoistico, ma ci sono sicuramente cose che potrebbero essere approcciate con un atteggiamento più distaccato e neutro.

Mentre fai spazio in te liberandoti di pensieri inutili,
puoi ricevere energie dal mondo esterno,
sia facendo cose rilassanti, sia facendo cose stimolanti.

Soprattutto se non ti focalizzi con accanimento
nella ricerca razionale di nuovi spunti per la tua attività creativa
riuscirai a solleticare davvero l’intuito, l’ispirazione e l’immaginazione
e a far emergere idee davvero tue ed originali,
capaci di entusiasmarti e farti riprendere
tutta la carica di cui hai bisogno!

Ecco cosa puoi fare:
- concediti del tempo all’aria aperta, fai una passeggiata nel verde o a contatto con la natura per ritrovare vitalità. Occupati dei fiori sul tuo balcone o compera una piccola pianta in vaso da tenere sulla tua scrivania.
- fai qualcosa che non hai mai fatto prima d’ora: guarda un film che non hai mai visto, prepara un dolce che non hai mai cucinato, leggi un libro di un genere differente da quello che di solito leggi, prenota una cena con spettacolo o musica dal vivo in un ristorante etnico.
- guarda il mondo con occhi curiosi: passeggia per le strade del tuo paese osservando ciò che ti circonda come se fossi una turista, potresti accorgerti di non aver mai notato un affresco su un palazzo o qualche dettaglio curioso in un giardino del quartiere.
- concediti una coccola beauty e dedicati alla tua bellezza e al tuo benessere: prenota una seduta dall’estetista, un massaggio rilassante, un nuovo taglio di capelli, una maschera sul viso mentre ti godi un bagno profumato, concediti del tempo per dedicarti a manicure e pedicure.
- gioca con dei bambini… ritornando bambina anche tu, senza importi i “non si fa” che hai imparato a dirti e a dire. Gioca con coscienza ed in sicurezza, ma divertiti e lasciati andare con la fantasia.
- dedicati alla cura della casa con solennità rituale. Prepara la colazione con la stessa energia spirituale che accompagna la cerimonia del thè, pulisci i pavimenti con lo stesso spirito dei monaci nei templi tibetani. Abbellisci la tua casa e rendila più accogliente.
- dedicati ad un passatempo creativo che non richieda competenze nuove da acquisire. Ad esempio puoi colorare un coloring book, fare collages o disegnare doodles e scarabocchi senza usare la logica e la razionalità.

Non so se lo hai notato, ma la parte dedicata all’acquisire energie si basa sul concetto di “fare”, perché per reagire bisogna agire.
E visto che nei momenti di blocco spesso si è poco inclini a stare con gli altri, ho elencato molte cose che puoi fare anche in solitudine, perché per deciderti ad uscire da stasi e passività sul tuo lavoro creativo, non puoi permetterti di attendere gli altri a farti compagnia nei tuoi “svaghi sbloccanti”!


E tu hai dei tuoi metodi personali per sbloccarti dai tuoi momenti creativi di "no assoluto"?
Scrivimeli qui sotto o su Facebook.


Ti consiglio inoltre di iscriverti alla NEWSLETTER per non perderti nessuna novità e per essere sempre aggiornata su ogni iniziativa che propongo.
A presto!



...E se vuoi seguirmi anche su YouTube, puoi approfondire i temi di ogni articolo:

Elisa - Creaidee

Nessun commento:

Posta un commento