Belle foto ed emozioni per vendere



Ogni vendita nasce sempre da un’emozione suscitata nel cliente.

Piccola, magari, quasi impercettibile… così minima da passare inosservata, ma comunque abbastanza forte da far decidere il cliente a guardare di nuovo la nostra pagina, fermarsi davanti alla nostra vetrina, scorrere le nostre foto.
Poi ci sono i like alle foto, i like alla pagina e al profilo, le conversazioni, le condivisioni, il chiedere informazioni e l’acquisto vero e proprio. E poi il packaging, la spedizione ed il lavoro di post-vendita.
La vendita è una lunga sequenza di azioni che nascono dalle emozioni che sappiamo suscitare e continuare a dare.
La fotografia, una bella fotografia è solo l’inizio.
Ma senza quella, il resto -nella vendita on-line- difficilmente arriva.

Quindi parliamo di belle foto. Belle foto che sappiano emozionare e quindi attrarre le persone giuste per il tipo di prodotti che vuoi vendere.


Quando devi mostrare un tuo oggetto per venderlo, una fotografia ben riuscita è una immagine in cui l’oggetto è ben descritto.
Nella vendita on-line, una fotografia è tutto ciò che il cliente ha a disposizione per capire come è fatto ciò che vendi.
Forma, colore, dimensione dell’oggetto devono essere resi comprensibili dall’immagine e non solo dalla didascalia o dal testo che aggiungeremo alla foto.
I testi saranno utili a dettagliare, ma a conquistare -e a far venire voglia di leggere le didascalie!- ci deve pensare l’immagine.
La descrizione per immagini dell’oggetto non deve quindi limitarsi alle proprietà fisiche dell’oggetto stesso, ma anche a ciò che l’oggetto rappresenta e ciò che più facilmente attrae le persone a cui noi vogliamo venderlo.

Ecco quindi che arriviamo a parlare di emozioni.
Come si può emozionare un possibile cliente attraverso la fotografia di un oggetto?

Ecco vari spunti:
  • Puoi enfatizzare le caratteristiche dell'oggetto attraverso l'ambientazione che scegli per fotografarlo.
    Puoi ad esempio fotografare una collana elegante mettendola accanto a elementi che richiamino alla mente l'idea di eleganza, come fiori freschi, perle, oggetti di cristallo, ad esempio.
  • Puoi mostrare a cosa serve il tuo oggetto o suggerire un possibile utilizzo che sia in linea con l'uso che ne potrà fare il tuo cliente.
    La collana elegante può essere fotografata indossata e quindi puoi mostrare un abbinamento con un particolare colore o tipo d'abito.
  • Puoi creare sintonia fra il possibile cliente e l'oggetto attraverso il contesto in cui inserisci l'oggetto.
    Un quaderno appoggiato su un tavolo con accanto dei libri di scuola, un paio di cuffie ed un astuccio di penne colorate attirerà facilmente l'interesse degli adolescenti, che potranno trovare le cose su quel tavolo molto simili alle proprie. Lo stesso quaderno appoggiato su un prato fiorito di margheritine, attirerà facilmente l'interesse di chi ama la natura.

Ti faccio un esempio pratico di quanto abbiamo detto fin qui.
Ho creato una scatolina da usare come bomboniera. L’ho fotografata più volte in modi differenti.





In questa fotografia la scatolina è semplicemente appoggiata su un cartoncino scuro. Se ne vede bene il colore, la forma, ma non se ne capisce assolutamente la dimensione.
E' una scatola da scarpe trasformata a mò di valigia? Boh! Non si sa!
Chi attirerà questa foto? Nessuno, credo, dato che non ha nessun elemento attrattivo.







Con questa nuova fotografia ho cercato di lasciare intendere la funzione e le dimensioni della scatolina.
Le dimensioni ora si colgono davvero perchè la vicinanza con un sacchettino di confetti lascia intendere bene la grandezza. Ma...oltre a questo?
Siamo ancora molto poco attraenti, non ci sono dubbi.





Ho pensato di aggiungere un motivo di interesse cambiando lo sfondo.
Ho preso un disegno raffigurante un paesaggio africano, con animali che richiamano mete lontane. Di sicuro può attrarre gli amanti dei viaggi più dello sfondo scuro, tuttavia questo sfondo non valorizza il colore della scatola, che anzi si perde nei colori troppo simili dell'immagine.
Inoltre in questa fotografia non si riesce -di nuovo- a cogliere la grandezza della valigia.


Ed ecco qui una nuova soluzione: il tema del viaggio è stato rappresentato utilizzanto una carta geografica, facilmente riconoscibile a colpo d'occhio.
La scatolina ha un colore in delicato contrasto con lo sfondo ed è valorizzata dall'azzurro.
I confetti sfusi sono molto più riconoscbili che inseriti in un sacchettino e suggeriscono in un solo momento sia la grandezza della scatola sia il suo utilizzo. E se anche quest'ultimo non fosse proprio chiaro, interverrà comunque il testo, ma io avrò attirato l'attenzione dei promessi sposi amanti dei viaggi.


L'emozione è sempre ciò che fa muovere un possibile cliente verso un acquisto.
Ogni suo passo nel tuo processo di vendita deve essere accompagnato da un'emozione positiva causata da qualcosa che tu fai o proponi.

Ma l'impressione d'impatto provocata da delle foto belle,
è ciò che fa fermare a guardare davvero ciò che fai.

Se una foto non ti colpisce a colpo d'occhio, passi oltre.
Non rallenti, non ti fermi a guardare.

Fare delle belle foto che suscitano emozione sono il tuo vero primo biglietto da visita.
 


Spero di averti dato in questo articolo degli spunti di riflessione
per migliorare la tua presenza e le tue tecniche di vendita.
Se ti va, lasciami un tuo commento qui, oppure parliamone su Facebook!
 

Elisa - Creaidee

Nessun commento:

Posta un commento