Le foto non bastano!




Non sai mai cosa scrivere nel testo, quando pubblichi la foto di un tuo articolo fatto a mano su Facebook o su Instagram?
Ti posso garantire che questa situazione non è solo tua!



IL BLOCCO DELLA CREATIVA
Spesso le creative hanno un blocco grande riguardo questo aspetto: vivono questa fase del processo di vendita con il timore di sembrare autocelebrative e quindi la evitano il più possibile. A volte decidono proprio di non scrivere nulla! Altre volte invece si sforzano di scriver qualcosa, ma lo fanno frettolosamente e solo con la voglia di "chiudere il capitolo". Quindi ciò che ottengono sono testi un po’ stiracchiati, poco coinvolgenti e, di fatto, poco efficaci.

Raccontare il proprio oggetto handmade per venderlo non è affatto facile. Anche da un punto di vista emotivo: significa, in un certo senso, esporsi e parlare di sè.
Descriverlo è decisamente più semplice: indicarne la grandezza, il materiale con cui è fatto o le caratteristiche principali non implica un coinvolgimento emotivo e ti tiene nascosta nel tuo "dietro le quinte"!


CONTRO LA NOIA E L'INDIFFERENZA
Ma scrivere descrizioni fredde, tecniche e didascaliche è noioso e non crea tutta questa emozione in chi legge.
Quanta emozione ti dà, leggere il volantino del supermercato, il menù della pizzeria o il catalogo dei prodotti surgelati venduti porta a porta? Ecco. Non vorrai mica far diventare il tuo feed di Instagram elettrizzante come un menù di pizze da asporto!
Certo, le descrizioni servono comunque e sono importantissime, ma sui social puoi scrivere molti testi diversi parlando sempre dello stesso prodotto (o della stessa serie di prodotti, se ad esempio crei un articolo con una varietà di colori o fantasie diverse). Questo ti permetterà di proporre testi differenti nei vari post e di enfatizzare ogni volta un aspetto differente di ciò che stai presentando. Così facendo non caderai nella monotonia.

Lo so che una vocina dentro di te sta mugugnando "Ma devo davvero?!"
La risposta -ti stupirò- è "NO, non devi". Ma se non lo fai pagherai il prezzo che non vuoi pagare: l'indifferenza da parte di chi ti incrocia sul web.
Dato che è esattamente l'opposto di quello che vuoi ottenere, vediamo bene qual è la funzione del testo di un post social, nell’ambito della vendita di prodotti fatti a mano.
Indubbiamente il testo contribuisce al fatto che un utente diventi, nel tempo, cliente.


VERSO INTERAZIONE E COINVOLGIMENTO
Ecco che emerge un aspetto fondamentale: il legame con il pubblico, l’effetto che si sortisce su chi ci segue.
In effetti il successo di una attività si misura così: nei risultati che si ottengono in termini di interazioni, coinvolgimento e risposte alle call to action (acquisti, iscrizioni alla newsletter, visite a pagine specifiche del nostro sito o del nostro shop, ecc.), e queste son tutte cose che -senza un pubblico interessato- non arrivano!
Una foto da sola, senza un testo ad accompagnarla, e “buttata nella mischia” di tutte le fotografie disponibili su un social come Instagram, ad esempio, difficilmente riuscirà a portare un visitatore a diventar cliente. Anche mille foto così faranno una gran fatica a farci ottenere risultati in termini di vendite!

Non dimenticarti che, per piccola che sia, la tua attività creativa ha pur sempre una finalità commerciale.
Anche se vivi la tua creatività come un passatempo e il tuo scopo è solo quello di autofinanziarti, per raggiungere il tuo obiettivo dovrai porti nell’ottica di chi vende abitualmente i suoi prodotti. Solo in questo modo potrai sperare di riuscire.
Il mondo del web mette piccoli artigiani e grandi brand tutti sullo stesso livello, in uno scenario in cui l’azienda canadese è concorrente di quella australiana ed il possibile cliente finale vive a Roma! E’ una jungla in cui ognuno -quindi anche tu!- può comunque ritagliarsi la sua fettina di pubblico. Per farlo, dovrai essere accattivante e dovrai dimostrarti capace di coccolare il più possibile chi si avvicina in modo che resti ed in modo che i tuoi prodotti, il tuo stile e la tua presenza creino un valore speciale nella quotidianità di chi decide di seguirti con costanza.
I testi sono fondamentali proprio per questo. Sono degli acceleratori, sono il mezzo attraverso cui il visitatore può comprendere qualcosa di più dell’oggetto che hai creato e fotografato, del tuo lavoro, dei valori che ti guidano mentre crei, della personalità e dello stile del tuo brand.


L'INCONTRO FRA PRODOTTO E CLIENTE
Ecco che i testi sono il punto di incontro fra i tuoi prodotti e chi li vuole comperare. I testi ti permettono di intessere una relazione con chi ti legge, entrando in comunicazione diretta con il tuo pubblico.
L’aspetto emotivo è fondamentale in questo tipo di rapporto, ma del resto lo è anche -per te- la creazione dei tuoi oggetti fatti a mano.
Unire le emozioni che fanno nascere i tuoi articoli handmade, riunire i pensieri che ti frullano nella testa mentre crei e dar loro la forma di un racconto in cui un’altra persona si possa immedesimare, è un buon punto di partenza per creare un testo coinvolgente per le persone giuste per te e che apprezzeranno il tuo prodotto.


CREA IL RACCONTO INSIEME ALL'OGGETTO

Come anche diceva Michela Ulivieri di NekoJewels nell’intervista pubblicata sul Creaidee Magazine di Maggio 2019* e disponibile anche in formato video QUI, il flusso dei tuoi pensieri mentre sei in fase creativa ti può influenzare e ti può fare aggiungere particolari o cambiare parzialmente i progetti, ma è utile anche per poter costruire poi una storia coinvolgente che parli un po’ di te, un po’ dell’oggetto, ma soprattutto che parli al cuore e all’anima di chi legge.
Ho affrontato il tema dello storytelling nell'ambito della vendita di prodotti fatti a mano anche all'interno delLa Craftroom di Creaidee e, se vuoi, puoi iscriverti al gruppo per vedere il video e approfondire l'argomento.
Il coinvolgimento emotivo attrae, crea legame, stimola all’azione e lascia sensazioni positive.
Tutto questo ti aiuta a entrare nell’ottica dell’intrattenimento, che è il motivo principale per cui le persone frequentano i social. Inoltre quanto più sei capace di creare coinvolgimento, tanto più sarà probabile che le persone tornino volentieri a guardare i tuoi canali social. Più ti frequentano, più sarà probabile che diventino clienti.

Se vuoi posso aiutarti a definire la strategia specifica per scrivere della tua attività e dei tuoi prodotti sui tuoi canali social. Contattami qui per una consulenza personalizzata.


 *Se vuoi leggere l'intera intervista pubblicata sul Creaidee Magazine di Maggio 2019, puoi averlo gratuitamente iscrivendoti alla Newsletter di Creaidee

Elisa Creaidee

Nessun commento:

Posta un commento