Metti in salvo i tuoi social! Organizza un archivio!



Sai come puoi organizzare i tuoi dati in un archivio informatico? No, non parlo di un back-up, ma proprio di un archivio fotografico, di dati, di testi a cui tu possa attingere in ogni momento e per ogni evenienza.
O magari hai già provato a gestire un archivio sul tuo pc e ne sei venuta fuori a pezzi!
Beh, la verità è che un archivio digitale in cui conservare ciò che fai sui social è davvero una salvezza, certe volte.

Io sono un po’ fanatica dell’organizzazione e dell’ordine, ma non sono nata con quest'indole! Semplicemente ho subìto i danni della mia disorganizzazione e del mio disordine ed ho reagito modificando le mie abitudini.


Quando ti capita qualcosa che ti turba,
capisci che devi trovare un rimedio.

Si tratta di un principio che va a braccetto col “Prevenire è meglio che curare” che tutti i bambini degli anni '80 hanno odiato. Se tu sei giovanissima e non sai a cosa mi riferisco, te lo spiego subito: si trattava dello slogan di una notissima marca di dentifrici. Le mamme d'Italia l'hanno usato per almeno un decennio per mandare i figli a lavarsi i denti, o a mangiare mele verdi! Io ero nella combriccola degli haters, ma sorridevo e sottostavo, usando però il dentifricio al lampone! Crescendo poi si impara che quel motto, nonostante tutto, è una perla di saggezza.

Dall’inizio di quest’anno, quando l’ennesima variazione dell’algoritmo di Facebook ha mandato nel panico le crafters che si pubblicizzano sui social, si è fatta ridondante una realtà ben nota ma che tutti faticavano a prendere in considerazione con serietà: i social su cui interagiamo non sono di nostra proprietà e se dall’oggi al domani decidono di chiudere, non possiamo farci nulla.
E’ una realtà cruda e brutale, ma è vera. Che ci piaccia o no.

Senza pensare però all’ipotesi del social che chiude baracca e burattini, può capitare di fare involontari errori che ci fanno perdere ciò a cui abbiamo lavorato per vario tempo.
Non ti è mai capitato di aver lavorato per ore su un documento e un momentaneo guasto del computer ti ha cancellato tutto senza possibilità di recupero?
A me sì. Più di una volta. Ed ho impostato quindi i salvataggi automatici ogni 5 minuti.
Ma per tutto ciò che riguarda invece quei casi in cui non possiamo realmente ripristinare tutto all’ultima versione?
Nell’ultima settimana alcune mie amiche virtuali hanno avuto problemi diversissimi fra di loro ma per cui hanno avuto lo stesso risultato: foto e post cancellati da Facebook e non recuperabili tramite FB stesso.

In questo caso, quello slogan che ha fatto la storia della pubblicità, è l’unica cosa da tenere presente per il futuro.
Ciò che è perso, è perso.
Ma prevenire è meglio che curare,
o forse prevenire è proprio l’unica cura possibile!


Come dicevo prima, anche io ci ho sbattuto il naso in altri contesti, e anche se non posso dire che tenere e gestire un archivio sia un lavoro gratificante, non riesco più a inquadrarlo come una “solenne perdita di tempo” come facevo vari anni fa.

Ciò che pubblichi sui social non puoi considerarlo “a tua disposizione sempre e comunque”: basta un bug e rischi di perdere tutto.
Se hai un tuo archivio, puoi risolvere in parte il problema e puoi declassarlo da “apocalittico” a “gestibile”.
Io spero che la primavera e la spinta motivazionale al rinnovamento che di solito questa stagione porta con sé, ti dia la carica per prendere in pugno la situazione e ti sproni a dar vita ad un tuo archivio per ciò che pubblichi sui social e su tutti i tuoi canali.
Se tu non hai mai conservato nulla fino ad ora, puoi cercare di crearti l’archivio del passato scaricando dai vari social le foto e i testi che ti occorre conservare.

Ecco qui di seguito cosa ti consiglio di fare.
  • Acquista un hard-disk che userai all’unico scopo di diventare il tuo archivio e fai in modo di tenerlo in un posto dove sia al sicuro da cadute e altri eventi che possano danneggiarlo.
  • Crea sul tuo hard-disk una cartella per ogni social su cui sei attiva e altre cartelle, se ti occorrono, per quei contenuti che pubblichi su più social senza apportare modifiche consistenti (nel mio caso ho la cartella “Tutorial e Videotutorial” separata dalle cartelle dei social, perché pubblico su blog, youtube e facebook ed anche se apporto modifiche per ogni social, il risultato della mia organizzazione risulterebbe troppo dispersivo e mi farebbe perdere tempo)
  • Crea all’interno di ogni cartella-social delle cartelle di categoria che ti permettano di distinguere ognuno dei temi che tratti. Nella mia cartella Facebook, ad esempio, ho una cartella dedicata ai post di “Frasi e citazioni”, una dedicata agli “Eventi” che organizzo, ecc. Aiutati utilizzando la traccia di base del tuo calendario editoriale (…perché ce l'hai, vero, un calendario editoriale?)
  • Crea in ogni categoria delle cartelle specifiche che ti permettano di dividere in modo organizzato i tuoi contenuti. Ad esempio nella cartella “Frasi e citazioni” ho una cartella in cui raccolgo le frasi che mi piacciono e mi ispirano (immagini, screenshot ed un file word che man mano arricchisco), ed un’altra in cui raccolgo fotografie che possano essere adatte a fare da sfondo (le ho divise in sottocartelle per distinguere le foto fatte da me e quelle -totally free e senza copyright- prese da internet). Oltre a queste due cartelle,  ne ho altre due: “Da pubblicare” e “Pubblicate”. Quando creo una grafica con una frase o una citazione, la salvo nella cartella “Da pubblicare”, quando la mando on-line, la sposto nella cartella “Pubblicate” e modifico il nome dell’immagine, aggiungendo la data di pubblicazione sul social.
Questa esposta sopra è una griglia di base, organizzata per argomenti, con cartelle e sotto-cartelle sempre più specifiche.
A questa organizzazione aggiungo anche l'aspetto cronologico.
Per ogni social ed ogni tema, all’inizio di ogni mese, creo una cartella che nomino con il nome del mese appena trascorso (a inizio aprile ho creato la cartella Marzo 2018) e la riempio con tutte le cose pubblicate. Ad inizio anno inserisco tutte le cartelle mensili in un’unica cartella che nomino con l’anno appena trascorso, così da avere tutto in perfetto ordine e comodo da trovare al volo.

Nel caso dei tutorial però, utilizzo un metodo differente di archiviazione, ma te lo racconterò nel video di lunedì. 😉

Se devo scrivere dei post particolarmente lunghi o importanti da pubblicare sui social, li salvo su file word prima di pubblicarli e li archivio in una cartella che contiene il file di testo e la fotografia che ho abbinato. Nel titolo della cartella faccio sempre riferimento alla data di effettiva pubblicazione, così da orientarmi.

Spero di averti dato degli spunti di riflessione e delle idee pratiche da mettere subito in atto per riuscire a conservare in modo comodo e efficace i tuoi files e tutto ciò che ti può servire per affrontare eventuali problemi di “perdita o rimozione dati” senza cadere nella disperazione più nera o senza dover troppo tempo per cercare nel marasma del tuo pc tutto quello che può servirti a risolvere o gestire la situazione.

Una buona organizzazione però da sola non basta: deve anche essere accompagnata all’ordine. Puoi dedicare ogni settimana un po’ del tuo tempo al riordino dei tuoi file. Il lavoro più grande è solo quello iniziale, se decidi di impegnarti in modo costante. Che ne dici? La tua tranquillità può valere un piccolo sacrificio di tempo?

Approfondirò questo tema nel video che pubblicherò lunedì prossimo:
hai quindi tutto il fine settimana per farmi le tue domande!
Scrivimi all'indirizzo elisa79blu@gmail.com o su Facebook e ti risponderò nel corso del video.

Ti consiglio inoltre di iscriverti alla NEWSLETTER per non perderti nessuna novità e per essere sempre aggiornata su ogni iniziativa che propongo.
A presto!

Elisa - Creaidee

2 commenti:

  1. Di' la verità , lo hai scritto per me, interessante e molto costruttivo, grazieeee 😘

    RispondiElimina
  2. Eh Annalisa, è un argomento a cui tengo perchè so bene quanto ci si arrabbia e si sta male quando si perde qualcosa e non ci si può proprio appellare a nulla per riottenerlo.
    Davvero lì si impara che è meglio prevenire le situazioni. Spero di averti dato già in questo articolo dei consigli utili, ma altri ti aspettano nel video di lunedì!
    Buon weekend!

    RispondiElimina